twitter twitter
ita eng

MIRA - Il Primo maggio 2015 a villa Venier (IRVV) il Re delle Rose galliche, monsieur Joyaux - Verrà battezzata una rosa speciale per Venezia!


MIRA - Il Primo maggio 2015 a villa Venier (IRVV) il Re delle Rose galliche, monsieur Joyaux - Verrà battezzata una rosa speciale per Venezia! Inizia a villa Venier di Mira, sede dell'Istituto Regionale Ville Venete, il mese di maggio dedicato alle rose in Riviera del Brenta. L'evento "Ville, Giardini e Rose" è stato promosso e organizzato dall'Associazione Culturale Squero Antico con la collaborazione dell'IRVV e della Soprintendenza per i beni artistici e paesaggistici, e con il patrocinio della Regione del Veneto, l'Unione dei comuni della Riviera del Brenta e della Provincia di Venezia. Il programma della manifestazione prevede numerosi incontri nelle ville venete della Riviera fino al 31 maggio. Sarà una occasione per visitare le ville e i loro giardini, per partecipare ad iniziative culturali, per conoscere aspetti inediti del nostro patrimonio. A Villa Venier il 1° maggio giorno della Festa dei Lavoratori, si svolgerà l'inaugurazione con la presentazione della Rosa della Riviera del Brenta, una nuova varietà di rosa gallica. Saranno ospiti e relatori Giulio Pantoli, ibridatore della rosa e monsieur Francois Joyaux, massimo esperto internazionale di rose galliche e fondatore dell'Association Rosa Gallica di Parigi che promuove la cultura della rosa antica. Un binomio, quello tra rose e ville venete, che propone un itinerario tutto da scoprire, accessibile a tutti e ricco di emozioni. Sarà l'occasione per premiare anche le scuole del territorio che hanno partecipato ai concorsi dedicati a trovare un nome alla rosa della Riviera del Brenta. La nuova rosa ibridata da Pantoli verrà battezzata il giorno stesso. "Questa rosa del Brenta, di cui non sappiamo ancora il nome, è ispirata alle rose antiche", spiega la presidente dell'IRVV Giuliana Fontanella che ospita l'evento inaugurale, "in tributo a Venezia, realtà culturale e sociale che ha sempre tanto tenuto le rose in alta considerazione". "La rosa è una pianta e un fiore che provengono dai giardini d’Oriente", aggiunge Fontanella," e Venezia è sempre stata la porta d’Oriente per l'Europa. Pertanto risulta evidente lo stretto legame tra la rosa e la capitale storica e artistica dell'Adriatico. Inoltre, la rosa si sposa perfettamente con il territorio della Riviera del Brenta, anticamente infatti qui esistevano numerose varietà autoctone, diverse per ciascuna villa costruita lungo il fiume Brenta dai nobili veneziani, che – anche attraverso questa iniziativa – si sta tentando di ripristinare". "Qui la rosa viene intesa come essenza, profumo, componente per bellezza, salute, igiene, ma anche come pianta officinale", conclude la presidente dell'IRVV.