twitter twitter
ita eng

La catalogazione di parchi e giardini al centro di un incontro di approfondimento a Maniago di Pordenone il 18 settembre


15/09/2012

Il Festival delle Ville Venete approda a Maniago di Pordenone per un incontro di approfondimento sulla catalogazione di parchi e giardini. L’appuntamento è per martedì 18 settembre 2012, alle 16.30, a Palazzo d’Attimis (Piazza Italia 52). Dopo i saluti di benvenuto della contessa Alessandra d’Attimis, prenderà la parola Giampi Zanata, vice presidente dell’Istituto Regionale Ville Venete, ente promotore dell’evento. Sarà lui a moderare gli interventi dei relatori che si alterneranno al tavolo per chiarire e valorizzare il ruolo della schedatura di parchi e giardini. Margherita Azzi Visentini, storica dell’arte al Politecnico di Milano, spiegherà l’importanza dei giardini nel contesto delle ville venete. L’agronomo Mario Busana si soffermerà sulle specificità della flora che abita i parchi delle dimore storiche venete. Paola Tomasella, storica dell’arte, illustrerà alcune iniziative realizzate in Friuli sempre in tema di parchi e giardini. Seguirà la testimonianza di Sergio Gelmi Di Caporiacco, presidente del Consorzio Castelli del Friuli Venezia Giulia, altro interlocutore di riferimento dell’IRVV per la salvaguardia, conservazione e valorizzazione del patrimonio architettonico regionale. Carlo Canato, direttore dell’Istituto Regionale Ville Venete, presenterà il progetto di catalogazione di parchi e giardini – in corso di pubblicazione sul web – avviato in collaborazione con la Fondazione Giorgio Cini di Venezia. Concluderà la serie di interventi Elio De Anna, assessore alla cultura e allo sport della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, con il quale il consiglio di amministrazione dell’IRVV, dal suo insediamento più di un anno fa, sta lavorando in maniera proficua per diffondere la conoscenza della villa veneta non solo sul territorio italiano ma anche a livello internazionale. Lo precisa Giampi Zanata, designato dalla Regione Friuli per rappresentare l’istituzione all’interno dell’IRVV. “Sin dallo scorso anno – dichiara – abbiamo intrapreso con il dottor De Anna un’intensa attività di cooperazione che ha fatto emergere una grande sintonia e unità d’intenti. Pensiamo, ad esempio, al successo che hanno ottenuto le attività sportive proposte in villa Manin. Hanno partecipato oltre 5 mila persone, provenienti anche dall’estero. Ciò significa turismo, diffusione della cultura e valorizzazione della villa veneta”. La tappa a Palazzo d’Attimis fa parte di un viaggio che porterà la quinta edizione del Festival delle Ville Venete a toccare le diverse province del Veneto e del FVG fino al 23 settembre. Tutti gli incontri in programma ruotano attorno al tema de “I parchi, i giardini e la percezione della bellezza. L’armonia nel paesaggio”. La rassegna è patrocinata dalla Regione del Veneto, dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dal MiBAC e dal Comune di Maniago, con il sostegno della Fondazione Giorgio Cini, dell’Associazione Ville Venete, dell’Associazione Dimore Storiche Italiane Sezione Veneto, dell’Associazione Ville Venete e Castelli, del PalladioMuseum e di Anci Veneto. Da quest’anno l’evento gode anche del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è da stato insignito della medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.