twitter twitter
ita eng

Epifania in Villa, Domenica 5 gennaio ore 17 a VILLA POJANA


Grazie all'Istituto Regionale per le Ville Venete i “Re Magi” arriveranno domenica 5 gennaio (ore 17) a Villa Poiana (Pojana Maggiore, Vicenza) con lo spettacolo dal titolo “Barbapedana. I Tre Lorienti”, nel quale si intrecciano musica, immagini in multi visione e narrazione. L’idea è di raccontare la storia della Natività seguendo il filo conduttore del ciclo natalizio: l’Annunciazione, il Viaggio di Giuseppe e Maria, l’Attesa, la Nascita del Bambino, il Nuovo Anno, l’Epifania. I Tre Lorienti è un affascinante concerto per arpa, chitarra, cornamusa, zampogna, ciaramella, violino, fisarmonica e voci. Le musiche provengono dalla tradizione italiana, europea e mediorientale, mentre la narrazione e la suggestiva scenografia multi visiva interagiscono ininterrottamente con le musiche e i canti, dando allo spettacolo un’intensa forza espressiva e spiritualità. Un programma promosso dall’IRVV alla scoperta dei luoghi in cui si affiancano estetica e grandiosità, concepite nel passato con una doppia funzione, sia di rappresentanza e di svago, sia di centro produttivo. “L’incontro con lo spettacolo e la musica darà modo a questa dimora di riprendere vita e ancora una volta dare testimonianza di un patrimonio storico di grande valore per Vicenza e il Veneto”, sottolinea Giuliana Fontanella, presidente di IRVV. Infatti l’Istituto Regionale Ville Venete si propone non solo di sostenere la conservazione del patrimonio culturale costituto dalle ville venete, ma anche di favorirne la fruizione e valorizzazione, al fine di concorrere allo sviluppo della cultura, preservando la memoria storica della società veneta, incoraggiandone la consapevolezza culturale e la capacità di innovare e di comunicare. “Questa è l'ultima delle iniziative organizzate per le festività con le quali abbiamo voluto offrire una ulteriore occasione di fruibilità delle ville", conclude la Presidente ricordando anche il concerto dell'11 dicembre scorso con i Solisti veneti a Villa Cordellina di Montecchio Maggiore. "Con questo vogliamo sottolineare la valenza di luogo pubblico, di spazio aperto alla creatività e ad una rinnovata vitalità per sviluppare le potenzialità di questi splendidi luoghi, le ville, che vanno reinterpretati per essere valorizzati".