twitter twitter
ita eng

A Montegalda, presentati i percorsi culturali a Villa Fogazzaro e Villa Gualdo rivolti agli allievi dell’istituto “Toaldo”


24/05/2012

“Percorsi culturali in Villa Fogazzaro”. Con questo progetto didattico 18 classi dell’Istituto Comprensivo “G. Toaldo” dei Comuni di Montegalda, Montegaldella e Grisignano di Zocco (Vicenza) hanno aderito alla proposta dell’Istituto Regionale Ville Venete volta a sensibilizzare i più giovani all’importanza della valorizzazione del patrimonio architettonico-culturale costituito dalle ville venete, luoghi privilegiati per comprendere la storia politica, economica, sociale e culturale del territorio. Il piano di lavoro è stato presentato stamani nel corso di una conferenza stampa in Villa Fogazzaro Roi Colbachini a Montegalda, che ha visto la partecipazione della Presidente dell’IRVV Giuliana Fontanella, del Direttore Carlo Canato e della consigliera Mariella Mazzetto, nonché del sindaco di Montegalda Riccardo Lotto, del dirigente scolastico Maria Grazia Bollettin, dell’assessore all’istruzione del Comune di Montegalda, Barbara Bertinato, e di quello del Comune di Grisignano di Zocco Stefania Negrin.
In questi giorni, circa 400 alunni, accompagnati dai loro docenti e da tutor professionali, sono coinvolti in cinque percorsi didattici che interessano sia Villa Fogazzaro sia Villa Gualdo, sede del municipio di Montegalda. Nella prima, gli studenti avranno la possibilità di conoscere l’architettura della dimora privata e la storia del suo più celebre abitante, lo scrittore Antonio Fogazzaro, anche grazie alle letture animate tratte dal testo “Il folletto allo specchio”. Approfondiranno, inoltre, le caratteristiche del giardino all’italiana, considerando in particolare le diverse specie di alberi e fiori e la ricca entomofauna che abita o che si ferma in questi luoghi. Si accosteranno, infine, alla musica assistendo al concerto di campanelli nel parco della villa e visitando il Museo Veneto delle Campane, ospitato all’interno dell’edificio. A Villa Gualdo, invece, verrà dato spazio alla storia e all’architettura della villa, alla mostra su Fogazzaro e all’itinerario a lui dedicato.
Giuliana Fontanella ha espresso grande soddisfazione per questa impresa a nome di tutto il Consiglio di amministrazione dell’IRVV, poiché, ha affermato, “la scuola è la fucina in cui si trovano i cittadini del futuro e, soprattutto, è lo strumento privilegiato per rendere consapevoli i bambini del patrimonio, unico al mondo, che il loro territorio offre”. Ha quindi proseguito: “L’IRVV è nato per consegnare ai giovani dei luoghi che possano frequentare e preservare. Luoghi intrisi di magia e mistero: due termini semplici ma stupendi, a mio avviso, in quanto infondono curiosità e stimolano la creatività nell’uomo, inducendolo a mettersi in gioco e ad avere speranza nel futuro”.
E Mariella Mazzetto ha aggiunto: “Il progetto dell’Istituto Toaldo non è solo di tipo culturale ma anche identitario e paesaggistico. In una fase di grave crisi di identità, in cui il mercato sembra essere l’unico idolo, è giusto che i giovani trovino la loro strada anche attraverso percorsi didattici come questi, in cui sono coinvolti in maniera attiva. Per loro può essere l’occasione per conoscere le ville, gli affreschi, i modi di vivere di ogni epoca, e al contempo per individuare possibili percorsi lavorativi”.
La Presidente e la consigliera hanno invitato gli allievi della scuola a visitare Villa Venier Contarini di Mira (Venezia) domenica 27 maggio 2012, quando saranno premiati gli istituti scolastici vincitori del concorso “Le Ville Venete e il territorio” e sarà possibile partecipare alle numerose attività rivolte specificamente ai bambini.