twitter twitter
ita eng

A Fumane (VR), il 20 settembre, giornata di studio sul restauro sostenibile


18/09/2012

“Il restauro sostenibile nell’edificio monumentale e nel suo contesto”. È questo il titolo della giornata di studio in programma giovedì 20 settembre 2012 a Villa della Torre Allegrini, a Fumane (via della Torre 25), nel veronese, in occasione della quinta edizione del Festival delle Ville Venete. Alle ore 15, dopo i saluti di benvenuto del direttore della villa Giancarlo Mastella, avrà inizio un convegno che intende fornire sia una sintesi critica dello stato dell’arte in tema di restauro sostenibile, sia delle indicazioni operative trasferibili ad altre realtà. Verrà presentato, inoltre, il caso pilota di Villa Venier Contarini a Mira, di proprietà regionale e sede operativa dell’Istituto Regionale Ville Venete, ente promotore della kermesse culturale. Non mancheranno anche altri esempi di soluzioni di conservazione sostenibile. A relazionare su questi argomenti, sotto la direzione del consigliere dell’IRVV Franco Dusi, saranno Cesare Feiffer, libero professionista e docente di restauro architettonico all’Università di Roma Tre, Pietromaria Davoli, professore dell’Università di Ferrara, Giovanni Ziletti e Anna Raimondi, entrambi liberi professionisti, e Guidalberto di Canossa dell’Associazione Ville Venete. Agli interventi degli esperti seguirà una tavola rotonda sul ruolo e sui limiti della tutela, alla quale parteciperanno tre sovrintendenti per i beni architettonici e paesaggistici. Trattasi di Andrea Alberti, per le province di Brescia, Cremona e Mantova, Gianna Gaudini, per le province di Verona, Vicenza e Rovigo, e Luca Rinaldi, per le province di Asti, Cuneo, Biella e Vercelli. “Abbiamo voluto questo momento di riflessione perché è con le Sovrintendenze che le nostre splendide dimore hanno continui confronti. Dunque è un modo per costruire assieme a loro quelle che possono essere delle progettualità - dichiara Giuliana Fontanella, presidente dell’IRVV -. L’idea è quella di proseguire con l’osservatorio attivato l’anno scorso da Angelo Tabaro, per cercare di capire quali possano essere le strategie per rendere sostenibili queste grandi ville”. Al termine della giornata di studio verrà offerto un aperitivo con degustazione di vini “Allegrini”. Il Festival delle Ville Venete proseguirà fino al 23 settembre toccando altre province del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. È un’iniziativa patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Regione del Veneto, dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e dal Comune di Fumane. Aderiscono Villa della Torre, l’Associazione Ville Venete, l’Associazione Dimore Storiche Italiane Sezione Veneto, l’Associazione Ville Venete e Castelli, il PalladioMuseum e l’ANCI Veneto.